La bicicletta di Ardiles in “Fuga per la vittoria”? A inventarla fu Vito Chimenti da Bari

Ne parlavo stamattina su un campo di calcetto. Tentando vanamente di eseguire quel colpo a effetto.

Mondocalcio Magazine

Il film è Fuga per la vittoria, famosa pellicola statunitense diretta dal regista John Huston, arricchita dalla partecipazione di calciatori dal calibro di Bobby Moore e Pelè. Questo nel video, con la maglia numero tre, è Osvaldo Ardiles, campione del mondo in Argentina 1978. Il gesto atletico è la bicicletta: dribbling secco nel quale in corsa la palla viene alzata, trattenuta tra i piedi a tenaglia e portata in avanti con il tacco, scavalcando così l’avversario con un pallonetto.

Al calciatore però non va l’esclusività del gesto. Vedendo il film, a Palermo ed Avellino, i tifosi – fine anni settanta e inizio anni ottanta – avranno di sicuro sgranato gli occhi, riso simpaticamente ed esclamato: “Uà alla Chimenti”.

Vito Chimenti, uomo del sud, nato a Bari il 9 dicembre 1957. Calciatore lontano dallo stereotipo moderno, folti baffi a coprire il labbro superiore, calvizie e una faccia da vigile…

View original post 175 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...